'Quando la nonna filava', domenica Vincenzo Manna a Cervino

Di origini cervinesi, ora è un rinomato ristoratore dell’isola di Ischia dove attualmente vive con la sua famiglia

Cervino - Tutto è pronto per la presentazione di “Quando la nonna filava” di domenica 24 alle ore 15.30 presso la sala “Padre Serafino” alle spalle della parrocchia Santa Maria delle Grazie di Cervino. L'autore, Vincenzo Manna, col sul suo libro propone un salto nel passato per parlare del tempo in cui Cervino era la sua terra. Un'opera che vuole richiamare quei particolari che hanno caratterizzato non solo la sua, ma l’infanzia e adolescenza di molti altri compaesani. Nel libro “Quando la nonna filava” la prefazione è stata curata dal vescovo di Pozzuoli, Gennaro Pascarella, in virtù della profonda stima per il suo amico Vincenzo e del comune sentimento per la loro terra d’origine. Il vescovo Pascarella dice: «Il ricordo del passato non vuol essere un ripiegamento o un rimpianto. Fare memoria è riscoprire le radici; ma l’albero avrà nuovi rami, nuove foglie, nuovi frutti».

Di origini cervinesi Vincenzo Manna, ha fatto della sua vita un esempio da cui prendere spunto. Quella di Manna non è stata sempre una vita rose e fiori. All’età di vent’anni si vede costretto a lasciare la sua terra che non dava occasioni per andare in cerca fortuna. Dopo essersi cimentato in varie attività scopre la sua passione per la cucina e la ristorazione. Da semplice aiutante cuoco diventa chef, capo chef fino a diventare un rinomato ristoratore dell’isola di Ischia dove attualmente vive con la sua famiglia.

Ad onorare la presenza dell’autore ci saranno Michele Vigliotti, rettore del Convitto Nazionale “G. Bruno” di Maddaloni, Daniela Tagliafierro, preside dell’istituto “E. Fermi” di Cervino, Giovanni Piscitelli e Maria De Lucia, docenti rispettivamente del liceo classico “G. Bruno” e liceo scientifico “N. Cortese” di Maddaloni.

Commenta su Facebook