Solidarietà e diversità raccontate in musica a Marcianise

Il 'Concerto sinfonico napoletano' all'Ariston ha chiuso i festeggiamenti organizzati dall'amministrazione per le festività natalizie
Con il concerto dell’Epifania, organizzato dall’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Antonio Tartaglione, volge al termine il programma delle festività natalizie, che ha regalato ai cittadini marcianisani momenti di gioia e felicità. Per concludere con lo stesso stato d’animo le feste natalizie – che il giorno della Befana “spazza via”, il comune presenta il Concerto Sinfonico Napoletano. «Ci ritroviamo qui dopo un anno esatto. Questo concerto - ha detto il sindaco - dimostra che il programma di manifestazioni natalizie è stato gradito dai cittadini, soprattutto dai giovani, che con la loro vivacità hanno riempito le piazze della città. Colgo l’occasione per ringraziare l'assessore Salzillo, il consigliere Carmela Foglia e le associazioni che hanno dato il loro contributo per la realizzazione degli eventi e per la qualità della collaborazione offerta all’amministrazione comunale". Il concerto di canzoni classiche napoletane si è svolto nella serata del 5 gennaio presso il teatro Ariston di Marcianise. Quest’anno lo spettacolo è stato eseguito dall’Associazione Arte in Musica”, un complesso di 55 elementi, che nasce dall’amore e dalla passione del suo presidente e fondatore, Caterina Dell’Aversana. Quest’ultima, nata come soprano lirico a soli 18 anni, penetra con la sua voce nei cuori dei presenti, avvalendosi dell’aiuto della magia che la musica napoletana porta con sé. La stessa soprano, all’inizio dello spettacolo, afferma: «Noi, come associazione, abbiamo un obiettivo: emozionare. Durante il concerto, infatti, tentiamo di creare un contatto diretto con il pubblico». Ancora una volta, la musica rappresenta il modo per unire grandi e piccoli. In particolare, la musica sinfonica napoletana non si ferma in superficie. Penetra negli animi, nei cuori dei cittadini, giunge nel profondo di ognuno, facendo emergere una tematica di fondamentale importanza: la solidarietà. Prima dell’avvio del concerto è stato consegnato, dal sindaco Tartaglione e dagli assessori, Pasquale Salzillo e Achille De Angelis, un assegno simbolico di 10mila euro al presidente dell’Associazione “Uniti per …”, Giuseppe Del Bene. «Tale contributo – spiega lo stesso presidente G. Del Bene – verrà utilizzato per acquistare un pulmino adeguato per il trasporto delle persone disabili che in totale costerà circa 50mila euro». La solidarietà diventa la tematica della serata e dello spettacolo. La stessa soprano, Caterina Dell’Aversana, prima di deliziare il pubblico con la sua voce, ha dichiarato: «Sono emozionata perché vedo una città fortemente impegnata nel sociale; sono contenta di notare una grande disponibilità a livello umanitario e sono onorata di prenderne parte». Inoltre, Il sindaco Tartaglione conclude il proprio intervento: «Il nostro desiderio è intitolare la nostra Marcianise “Città della Solidarietà”. Ringrazio ancora l’Associazione “Uniti per …” e il Centro Commerciale Campania, nella persona del direttore Santoro, per quello che ha fatto per il nostro territorio». Durante il concerto, il soprano - con la collaborazione di musicisti di grande levatura e con la partecipazione del coro “VOCI BIANCHE”, città di Giugliano - canta d’amore, interpretando vari brani della canzone napoletana: “Marruzzella”, “Tu Si ‘Na Cosa Grande”, “Indifferentemente”, “O surdato nnammurato”, “Torna a Surriento”, “Cu ‘mme”, “ O’ Sarracino”, “Tammurriata nera”, “A Rumba de’ Scugnizzi” e, per concludere “A città e Pullecenella”. E così lo spettacolo si modella all’insegna della solidarietà che la musica ha inebriato di luce propria. Tale messaggio della solidarietà diventa un messaggio culturale, di una diversità non letta con accezione negativa ma, al contrario, interpretata come una grande ricchezza della società.

Commenta su Facebook