Operazione 'Green': tutti i nomi degli arrestati, ai domiciliari anche il direttore del termovalorizzatore di Acerra

L'accusa è di falso ideologico, avendo attestato l'idoneità degli impianti quando erano già sequestrati
L'indagine è centrata sui collaudi degli impianti ex Cdr del Napoletano (Giugliano e Caivano) e del Sannio (Casalduni). Gli arrestati, ai domiciliari, oltre al presidente della Provincia di Benevento Aniello Cimitile sono i docenti Oreste Greco, Vincenzo Naso, Rita Mastrullo e Filippo De Rossi; il direttore del termovalorizzatore di Acerra, Vittorio Vacca; il funzionario regionale Claudio De Biasio, già coinvolto in precedenza in un'inchiesta per irregolarità nello smaltimento rifiuti; Luigi Travaglione, dipendente dell'ufficio tecnico di Benevento; Giuseppe Sica; Vittorio Colavita; Alfredo Nappo; Vitale Cardamone; Mario Cini e Francesco Scalingia. L'accusa per tutti è di falso ideologico, avendo attestato l'idoneità degli impianti quando erano già sequestrati e la conformità del loro prodotto alle specifiche del contratto stipulato tra Regione Campania e Fibe, società del gruppo Impregilo che ha gestito lo smaltimento dei rifiuti nella regione dal 1998 al 2005. Cimitile, in particolare, ex rettore dell'università del Sannio, è indagato in quanto collaudatore e non nella sua veste di presidente della Provincia.

Commenta su Facebook