Per l'Italia il terremoto più devastante del nuovo millennio

Il fenomeno sismico avvenuto la scorsa notte è di proporzioni superiori rispetto a quello del 2002 che porto alla strage di San Giuliano. ALL'INTERNO l'elenco dei terremoti degli ultimi trent'anni
Ecco i fenomeni sismici che hanno interessato il territorio italiano negli ultimi trent'anni. Nel 1997 il tragico terremoto di Umbria e Marche, nel 2002 la strage di San Giuliano. Quello che ha colpito L'Aquila rappresenta il terremoto più devastante del nuovo millennio
  • 1979 (19 settembre) - Valnerina: il sisma provocò gravi danni a Norcia, Cascia e le aree limitrofe danneggiando i monumenti e provocando alcuni morti
  • 1980 (23 novembre) - Terremoto dell'Irpinia, magnitudo 6,9 della scala Richter: devastate diverse zone tra la Campania e la Basilicata, con danni ingentissimi soprattutto nell'area del Vulture. Vengono distrutti numerosi paesi, i morti saranno quasi tremila. A Napoli, nel quartiere di Poggioreale, crolla un palazzo di diversi piani, provocando 52 morti.
  • 1984 (7 e 11 maggio) - Epicentro a San Donato Val di Comino; si è avvertito intensamente anche a Napoli e in Abruzzo.
  • 1984 (19 ottobre): epicentro a Zafferana Etnea (CT). Una vittima, centinaia di sfollati, danni ingenti al Palazzo Municipale e alla Chiesa Madre.
  • 1990 (13 dicembre) - Terremoto di Santa Lucia nella Sicilia sud-orientale: sisma di Magnitudo 5,1, gravi danni ad Augusta e Carlentini con 16 vittime, molti danni nell'area del Val di Noto.
  • 1996 (15 ottobre): epicentro nella zona compresa fra Bagnolo (RE), Correggio (RE) e Novellara (RE). Sisma di magnitudo 5,4 (VII grado Scala Mercalli) alle ore 11.56. Il sisma è durato circa un minuto e le scosse di assestamento, alcune lievi, altre più forti, sono proseguite in tutti i mesi successivi.
  • 1997 (26 settembre) (oltre a scosse meno forti nei giorni seguenti) - Terremoto di Umbria e Marche: furono coinvolte le zone di Assisi, Colfiorito, Verchiano, Foligno, Sellano, Nocera Umbra, Serravalle di Chienti, Camerino. Scosse disastrose: distrutte numerose frazioni del comune di Foligno ed altri centri, gravi danni alle città; undici morti. La lunga sequenza sismica, durata circa 8 mesi, è iniziata il 23 agosto 1997 con una serie di scosse di piccola intensità. Il 26 settembre si sono verificati i primi due episodi principali. Il primo nella notte ed il secondo nella mattinata di intensità pari a 5,5 gradi della Scala Richter.
  • 1998 (9 settembre) - Basilicata e Calabria: epicentro localizzato fra i comuni di Lauria, Castelluccio Superiore e Castelluccio Inferiore. Registrata magnitudo di 5,3. Un morto a Maratea, travolto da una frana innescata dal sisma mentre era in auto. Individuati diversi problemi di instabilità nell'area.
  • 2000 (11 marzo) - Rocca Canterano, Canterano.
  • 2000 (21 agosto) - Piemonte orientale, in particolare le province di Asti e Alessandria, nessun morto.
  • 2002 (6 settembre) - Sicilia settentrionale: sisma di magnitudo 5,6 con epicentro a 35 km a nord-est di Palermo; danni modesti.
  • 2002 dal (31 ottobre) al 2 novembre - Terremoto del Molise e Puglia: San Giuliano di Puglia. Crollata una scuola dove morirono 27 bambini. 30 morti in tutto.
  • 2003 (11 aprile), ore 11:26 - sisma di magnitudo 4,6 Richter con epicentro nel comune di Cassano Spinola, a circa 35 Km a sud-est di Alessandria. È stato avvertito in tutto il nord-ovest Italia. Nei giorni successivi la provincia di Alessandria ha stimato danni tra 60 e 80 milioni di euro: 300 sfollati, 5 mila case lesionate.
  • 2003 (14 settembre), ore 23:42 - sisma di magnitudo 5,0 Richter con epicentro a 30 Km a sud di Bologna, a 15 - 20 Km di profondità. In questa zona non si registravano scosse così violente dal 1929. È stato avvertito in tutto il centro e nord Italia.
  • 2004 (24 novembre) - Terremoto del 24 novembre 2004 in Lombardia: sisma con epicentro a Salò. Magnitudo 5,2. Numerose abitazioni danneggiate, 2.000 sfollati per lo più rientrati nelle proprie case in pochi giorni, nessun morto. La frazione Pompegnino di Vobarno la più colpita.
  • 2006 (26 ottobre) - Calabria e Sicilia: sisma di magnitudo 5,7, con epicentro a largo di Stromboli, e successivo piccolo Tsunami sulle coste dell'isola.
  • 2008 (23 dicembre) - Sisma di magnitudo 5,2 Richter con epicentro nelle zone di Traversetolo (PR), Neviano degli Arduini (PR), Vetto (RE) e Canossa (RE). Nessun ferito grave. Danni moderati ad alcuni edifici storici (Castello di Torrechiara) e chiese dei centri più direttamente interessati. Varie scosse di assestamento nelle ore successive, ma di minore intensità, la più rilevante si è verificata alle ore 22:58, di magnitudo 4,7 e successivamente un'altra alle ore 00:35 di magnitudo 3,9.
  • 2009 (6 aprile) - Il sisma di magnitudo 5,8 Richter con epicentro poco distante L'Aquila che, alle ore 3:32 ha colpito l'Abruzzo tra le frazioni di Collimento e Villagrande, a 5 Km di profondità, è attualmente considerato il terremoto più devastante del millennio. Il terremoto è stato classificato con il 9° grado di scala Mercalli ed il dato corrispondente di 5,8/6,5 gradi Richter.
tags: Terremoto

Commenta su Facebook