"Non si può respirare, è uno scempio": lamentele dal rione Sant'Andrea

Tantissime segnalazioni da parte dei residenti della periferia sammaritana

Santa Maria Capua Vetere - "Ti svegli durante la notte con la gola che brucia ed un odore nauseabondo di cose incendiate". E' soltanto una delle numerosissime segnalazioni giunte alla nostra redazione negli ultimi giorni. Anche questa mattina i residenti del rione Sant'Andrea si sono svegliati avvolti da odori da voltastomaco. Le cause? Qualcuno sostiene sia il solito CDR, altri le individuano in incendi notturni di indubbia provenienza. Fatto sta che, come spesso accade soprattutto nel periodo estivo, la gente è costretta ad "imprigionarsi" in casa senza la libertà di poter aprire le finestre.

"Tutto questo - scrivono altri utenti - ancora una volta accade in via Napoli a Santa Maria Capua Vetere e lo scempio continua, i cittadini della periferia soffrono nell'indifferenza di tutti".

Commenta su Facebook