Recale. Uomo armato di fucile fuori scuola. Scatta l'allarme.

Immediato l'allarme lanciato da docenti e personale scolastico a cui è seguito il tempestivo arrivo dei carabinieri.

Recale - Un uomo armato di fucile. A poche centinaia di metri un plesso scolastico. Una combinazione che, in un’era segnata dalla costante tensione legata agli atti di terrorismi e alle azioni di squilibrati, ha immediatamente destato la preoccupazione di chi, questa mattina si è trovato di fronte l’allarmante scenario.   Intorno alle 11 alcune insegnanti del plesso “Camposciello” di Recale, hanno notato lo strano movimento di un uomo che, appostato dietro un albero, imbracciava un fucile da caccia. Immediata e cauta al tempo stesso la reazione del personale scolastico, da cui è partita la segnalazione alla stazione dei Carabinieri di Macerata Campania. Gli uomini del comandante Baldassarre Nero in pochi minuti sono giunti sul posto e avvicinandosi con cautela hanno intimato all’uomo di mettere a terra l’arma. Non ci è voluto molto per capire l’equivoco di fondo: l’uomo, originario del beneventano, e poco esperto della zona, si trovava nelle campagne che circondano l’edificio scolastico per dare cacciare uccelli, durante la giornata conclusiva della stagione venatoria.  La scarsa conoscenza dei campi su cui si stava muovendo ha impedito al cacciatore di rendersi conto di trovarsi a poche centinaia di metri da un edificio pubblico frequentato da bambini.

Controllati i documenti e verificata la sua posizione, l’uomo è stato rilasciato in mattinata.

Passata la paura è rimasta, tuttavia, la prontezza dei docenti, del personale scolastico e degli uomini dell’arma nel rispondere con prontezza all’accaduto, rivelatosi fortunatamente uno spiacevole equivoco, al quale non è seguita alcuna reazione allarmistica ma una cauta e misurata gestione dell’emergenza.

 

Commenta su Facebook