Portico di Caserta. Dopo il crollo di un carro, riprende la festa di Sant'Antuono.

Il bottaro ferito sarà operato alla mandibola, Nella giornata di oggi, controlli straordinari per accertare la stabilità dei carri di Sant'Antuono

Portico di Caserta - The show must go on. Ma non senza prima accertarsi delle condizioni di salute del ragazzo rimasto ferito nel crollo della parte anteriore di uno dei tradizionali carri di Sant’Antuono, e non senza aver provveduto ad un controllo straordinario delle strutture portanti dei carri. Sono queste le azioni che hanno caratterizzato la giornata odierna, a seguito del grave incidente avvenuto nella serata di ieri, quando dal carro numero 7 è crollato un intero soppalco su cui i bottari erano intenti a suonare. Il crollo ha provocato la rottura della mandibola di un giovanissimo bottaro, originario di Marcianise e il ferimento lieve di altre cinque persone. Nel pomeriggio di oggi, i carri hanno ripreso a sfilare, ma a condizione che ciascuna battuglia presentasse alle autorità competenti la certificazione di un’ulteriore collaudo che attestasse l’assenza di modifiche sulle strutture avvenute in seguito al primo collaudo.

La decisione è stata presa, a seguito di una riunione straordinaria a cui, questa mattina, hanno preso parte il sindaco, l’assessore alla cultura Giusy Merola. Il Presidente della Pro loco, il capo della Polizia Municipale Pasquale Piccirillo, il comandante della stazione dei carabinieri Baldassarre Nero, e gli stessi carristi. Nel pomeriggio, invece, Giuseppe Oliviero accompagnato dalla Merola e dall’assessore Francesco Iodice hanno fatto visita al bottaro ferito, ricoverato nel raparto di chirurgia maxillo-facciale dell’Ospedale Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta, dove nei prossimi giorni verrà sottoposto ad un intervento alla mascella. A portare conforto al diciassettenne di Marcianise anche i compagni di battuglia, ancora profondamente scossi dalla rovinoso crollo del soppalco su cui era poggiata una delle maschere che tradizionalmente adornano i carri. Struttura ora posta sotto sequestro e sul cui cedimento dovranno ora accertarsi le cause effettive ed eventuali responsabilità.

Sant’Antuono, dunque, non si ferma. Proseguiranno questa sera e per tutta la giornata di domani i festeggiamenti in onore del Santo. Per la mattinata di domani, è previsto il tradizionale spettacolo pirotecnico in piazza Rimembranza.

 

Commenta su Facebook