La camorra si faccia da parte, la villa di Belforte all'associazione "Uniti per"

“Uniti per” è un’associazione che da oltre 15 anni è radicata sul territorio marcianisano e su quello dei Comuni limitrofi ed è attivamente impegnata nell’integrazione sociale di persone con disabilità

Marcianise - Sabato 14 ottobre, alle ore 9,30, si svolgerà l’inaugurazione ufficiale della villa di via Pisa appartenuta al clan camorristico Belforte e affidata dal Comune di Marcianise all’associazione di disabili “Uniti per”.

Alla cerimonia parteciperanno, con il sindaco Antonello Velardi e la giunta, il Prefetto di Caserta Raffaele Ruberto, il Questore Antonio Borrelli, il Comandante provinciale dei Carabinieri col. Alberto Maestri, il Comandante della Compagnia dei carabinieri di Marcianise cap. Luca D’Alessandro, il Comandante della Compagnia della Guardia di Finanza di Marcianise cap. Davide Giangiorgi, il Dirigente del Commissariato della Polizia di Stato di Marcianise V.Q. Antonio Sepe, il Responsabile del Distaccamento dei Vigili del Fuoco di Marcianise, Michele Mezzacapo.

Saranno inoltre presenti i Magistrati della DDA e della DNA, il Presidente del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, Gabriella Casella e l’amministratore giudiziario del bene sequestrato, Ivana Romano. Numerosa la presenza dei rappresentanti di associazioni locali, di Libera e Agrorinasce, e dei Dirigenti scolastici del territorio.

Nel corso della manifestazione, che si aprirà con la celebrazione della Santa Messa, sono previste diverse iniziative collaterali con il coinvolgimento delle scuole e l’esibizione della fanfara della Brigata Garibaldi.

La villa, ubicata in via Pisa 12, è uno degli immobili appartenuti alla famiglia camorristica dei Belforte posti sotto sequestro dalla magistratura. E’ stata assegnata diversi mesi fa al Comune di Marcianise che ne aveva fatto richiesta e, dopo i lavori di ripristino e adeguamento, è stata affidata all’associazione “Uniti per”.

“Uniti per” è un’associazione che da oltre 15 anni è radicata sul territorio marcianisano e su quello dei Comuni limitrofi ed è attivamente impegnata nell’integrazione sociale di persone con disabilità.  

Commenta su Facebook