Sequestrano una minorenne a Bologna, ritrovata a Casapesenna: due in manette

La giovane era stata tenuta segregata subendo violenze fisiche e psicologiche

Casapesenna - Nelle prime ore di ieri la Polizia di Stato di Bologna ha eseguito due ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal Gip della città emiliana nei confronti di due cittadini nigeriani. I due - si legge in una nota della Questura felsinea - sono stati rintracciati dalla Squadra Mobile, con la collaborazione di quella di Caserta ed il coordinamento del Servizio Centrale Operativo, all'interno di una abitazione di Casapesenna dove, per circa due settimane, avevano tenuto sequestrata una giovane minorenne, loro connazionale, arrivata in Italia lo scorso luglio. La giovane era stata tenuta segregata subendo violenze fisiche e psicologiche. Giunta in Italia dal Paese africano, la ragazza era stata collocata presso l'Hub di Bologna e, successivamente, prelevata da due suoi connazionali che l'avrebbero portata con la forza in provincia di Caserta chiedendo per la sua liberazione la somma di 2mila euro.

Commenta su Facebook