Villa Literno: incendio nei pressi del depuratore. Riccardi e Petrello: "Serve maggiore chiarezza"

I due consiglieri di Villa Literno e Castel Volturno chiedono un intervento delle istituzioni

Villa Literno - Ventimila metri quadrati di discarica andati a fuoco. E' quanto accaduto lo scorso sabato in un'area adiacente al depuratore di Villa Literno, dove a bruciare sono stati fanghi fuoriusciti dalla depurazione delle acque e poi interrati in una «discarica costruita più di trent'anni fa» dove venivano stoccati i rifiuti e su cui la Sma Campania non ha competenza, nonostante si trovi all'interno dell'area del depuratore. In questo lasso di tempo i rifiuti sono sempre stati custoditi all'interno della discarica, anche sei dei «carotaggi veri e propri, per individuare l'esatta composizione del rifiuti, non sono mai stati fatti» dicono Salvatore Riccardi e Luigi Petrillo, consiglieri comunali di minoranza di Villa Literno e Castel Volturno che si sono recati sul posto per chiedere maggiori informazioni sul rogo, che ancora oggi rilascia nell'aria fumi che invadono le cittadine limitrofe al depuratore. 

Commenta su Facebook