Farmaci scaduti e assenza di personale, blitz in una "finta" casa per anziani

La struttura, realizzata all'interno di un'abitazione privata, era del tutto sconosciuta al fisco

Castelvolturno - La Guardia di Finanza di Mondragone, all'esito di una perquisizione ordinata dalla Preocura della Repubblica di Santa Maria Capua Veteree, ha proceduto al sequestro di una civile abitazione adibita, impropriamente, a casa di riposo per anziani ubicata a Castelvolturno. La struttura, infatti, operava in maniera abusiva, essendo priva della necessaria autorizzazione per l'esercizio della professione sanitaria e, per di più, era del tutto "sconosciuta al fisco".

In particolare all'atto dell'accesso - effettuato unitamente a personale dell'Asl di Mondragone - i militari operanti hanno constatato la presenza di alcune persone anziane incapaci di deambulare autonomamente, non assistite da personale qualificato, nonché di numerosi scatole di farmaci, taluni anche scaduti. Si stanno svolgendo approfondimenti per verificare se la loro somministrazione sia avvenuta con le necessarie prescrizioni mediche.

Pertanto i finanzieri hanno provveduto a sottoporre a sequestro la struttura e la documentazione ivi rinvenuta, a denunciare a piede libero la titolare per il reato di abusivo eserzione di professione e per violazione delle prescrizioni del Testo Unico delle leggi sanitarie.

Delle 7 persone anziane ospitate nella "casa di riposo" abusiva, 5 sono state affidate ai rispettivi familiari, mentre le restanti 2 - in assenza della disponibilità ricettiva di idonee strutture - sono assistite nell'immobile da personale medico e dai servizi sociali, attivati anche dal sindaco del Comune di Castelvolturno, in attesa di essere trasferita presso le proprie famiglie ovvero presso case di riposo.

Commenta su Facebook