Centrale di spaccio a Grazzanise, arrestati due giovani

In manette il 22enne Carlo Gravante e il 19enne Daniele Petrella

Grazzanise - Nelle prime ore della mattinata odierna, nel Comune di Grazzanise, i carabinieri della locale stazione hanno dato esecuzione a due ordinanze di custodia cautelare, emesse dall'Ufficio Gip nei confronti del 22enne Carlo Gravante e del 19enne Daniele Petrella, ritenuti responsabili, a vario titolo, di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti del tipo hashish.

Il provvedimento cautelare si fonda sugli esiti di un'articolata attività investigativa diretta dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere e svolta dalla stazione di Grazzanise. Le investigazioni, operate tra l'agosto del 2016 ed il gennaio 2017 anche attraverso l'ausilio di attività tecnica di intercettazione telefonica ed ambientale, servizi di osservazione e relativi sequestri di sostanza stupefacente, hanno consentito di acquisire un solido compendio indiziario a carico degli indagati. Risulta accertato, in particolare, che la sostanza stupefacente veniva acquistato all'ingrosso e ceduta a titolo oneroso al dettaglio a ragazzi abitanti nel Comune di Grazzanise.

I predetti (consumatori abituali di svariate tipologie di stupefacente) svolgevano nel contempo il ruolo di fornitori nei confronti dei giovani ragazzi della provincia, dei quali soddisfacevano a fini di lucro la costante, incessante e quotidiana richiesta di acquisto. Le consegne risultano puntualmente anticipate da conversazioni dal chiaro linguaggio convenzionale, quali il ricorso alle espressioni torta, cioccolata, pacchetto piccolo, la cui spasmodica ripetizione, non risultando neanche astrattamente riferibile ad eventuali occupazioni degli interlocutori, garantiva la adeguatezza degli accertamenti.

Agli indagati sono stati complessivamente contestati 11 episodi di cessione di sostanza stupefacente in relazione i quali il Gip, concordando con la richiesta di misura coercitiva avanzata da questo Ufficio, ha disposto l'applicazione a carico di Gravante Carlo e Petrella Daniele la misura cautelare degli arresti domiciliari.

Commenta su Facebook