Pusher torna in libertà, arrestato dalla polizia dopo appena 24 ore

L'uomo è stato sorpreso con 170 grammi di crack

Caserta - Era tornato in libertà dai domiciliari appena lunedì scorso ma dopo neanche 24 ore è stato rintracciato dalla Polizia di Stato di Caserta che gli ha notificato dopo quasi tre anni l'ordine per l'esecuzione della misura di sicurezza della Casa di Lavoro. Protagonista - come scrive l'Ansa - il 40enne Antonio Corvino, pluripregiudicato per reati di droga, furto, ricettazione ed evasione.



L'uomo, noto come "culacchiotto", fu arrestato nel luglio 2014 dalla Squadra Mobile di Caserta per detenzione ai fini di spaccio di 170 grammi di "crack". Al momento del fermo Corvino era in libertà vigilata, così l'Ufficio di Sorveglianza del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere emise un'ordinanza di aggravamento disponendo la misura di sicurezza per due anni; l'ordine esecutivo fu emesso poco dopo dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere, ma il 40enne è sempre riuscito sempre a sottrarsi all'esecuzione della misura, fuggendo anche all'estero ed evadendo più volte dagli arresti domiciliari cui è stato più volte ristretto; ciò fino a due giorni fa, quando la Polizia è riuscito a bloccarlo e a notificargli finalmente la misura della casa di lavoro. 

Commenta su Facebook