Casal di Principe. Sorpresi a bruciare rifiuti speciali, arrestati 5 extracomunitari

In loro possesso accendini, bottiglie contenente liquido infiammabile e stoffe utilizzate per appiccare l’incendio

Casal di Principe - I carabinieri di Casal di Principe, intervenuti in via Isonzo, hanno tratto in arresto in flagranza del reato di combustione illecita di rifiuti il 27enne Kuame Isaac, il 20enne Diallo Mamaudou, il 19enne Antwi Yaw, il 21enne Korang Emmanuel e il 19enne Iero Djau, tutti del Ghana e tutti domiciliati a Grazzanise. I cinque sono stati bloccati dai carabinieri che li hanno sorpresi mentre alimentavano un incendio la cui combustione coinvolgeva rifiuti speciali di varia tipologia posizionati su una porzione di terreno posto sul ciglio della strada in via Isonzo. I cinque, alla vista dei militari, prima di essere bloccati, hanno cercato di dileguarsi a piedi tra le campagne dopo essersi liberati, gettandoli tra le fiamme, di oggetti vari quali, verosimilmente, accendini, bottiglie contenente liquido infiammabile e stoffe utilizzate per appiccare l’incendio. Le fiamme, domate dai vigili del fuoco di Aversa interventi perché allertati dagli stessi militari dell’arma hanno coinvolto pneumatici, materiale plastico ed altri rifiuti speciali. Gli arrestati, sono stati sottoposti agli arresti domiciliari presso la loro abitazione in attesa del rito direttissimo.

Commenta su Facebook