Macerata Campania. Opere d'arte e reperti antichi ritrovati in un'auto. Scatta il sequestro e la denuncia

Alle forze dell'ordine toccherà indagare per accertare la provenienza e l'eventuale destinazione degli oggetti

Macerata Campania - Un fermo durante un normale pattugliamento del territorio si è rivelato un’importante scoperta per i carabinieri di Macerata Campania. All’interno dell’auto di un pregiudicato napoletano A.T., gli uomini dell’arma guidati dal comandante Baldassarre Nero hanno rinvenuto oggetti di natura storico-artistica, tra cui quadri, vasi e anfore antiche. L’uomo è stato denunciato a piede libero. Toccherà ora ai carabinieri, in collaborazione con il Nucleo Tutela Patrimonio artistico, verificare la provenienza del materiale ritrovato, il legittimo possesso da parte del 54enne napoletano, e l’eventuale destinazione delle opere sottoposte a sequestro.

Arte in ostaggio: l’Arma aiuta a liberarla

Sono migliaia le opere d'arte che ogni anno, in Italia, vengono trafugate per essere immesse su un mercato che, secondo alcuni studi, per molte organizzazioni criminali si muove di pari passo a business illeciti come droga e prostituzione.

Per contrastare tale fenomeno, il Comando Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale compila ogni anno dei bollettini con le riproduzioni fotografiche delle opere d’arte trafugate, corredando gli scatti con i dati necessari per una eventuale identificazione. 

Questi bollettini sono scaricabili attraverso il sito internet istituzionale dell'Arma dei Carabinieri. I testi sono redatti anche in lingua inglese e la diffusione attraverso la piattaforma web serve a favorirne al massimo la diffusione, anche tra gli operatori e gli studiosi del settore.

Commenta su Facebook