Erano accusati di peculato, assolti 6 carabinieri di Santa Maria Capua Vetere

Il giudice, dopo una lunga camera di consiglio, ha accolto le tesi dei difensori

Santa Maria Capua Vetere - Il Giudice per l'Udienza Preliminare del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere Ivana Salvatore ha assolto "perché il fatto non sussiste" sei sottufficiali dell'arma dei carabinieri che erano stati tratti a giudizio per peculato aggravato continuato in concorso per essersi appropriati di beni dell'amministrazione. I militari, all'epoca dei fatti in servizio presso la compagnia carabinieri di Santa Maria Capua Vetere prestavano attività di scorta e vigilanza operativa. Il giudice ha accolto, dopo una lunga camera di consiglio, la tesi della difesa.

Risultano pertanto sssolti Renato Francesca (difeso dall'avvocato Ferdinando Trasacco), Michele Spadafora (difeso dagli avvocati Raffaele e Gaetano Crisileo); Liguori Antonio, Maccarone Giuseppe, Monaco Mario e Razzano Aniello, difesi dall'avvocato Edda De Iasio.

Commenta su Facebook