Camorra e politica: appalti truccati anche nel casertano, ecco i lavori sotto inchiesta

In tutto sono 18 le gare finite nel mirino dei magistrati

Napoli - Sono ben 18 le gare pubbliche finite nel mirino della Dda di Napoli che ha portato in mattinata all’arresto di 69 persone, tra cui figurano politici, imprenditori e professori universitari.

Tra le varie gare che sarebbero state truccate, ce ne sono molte svolte sul territorio casertano. A cominciare da quella relativa all’intervento di completamento, manutenzione straordinaria ed adeguamento della Casa dello Studente di via Saporito ad Aversa. Ci sono poi i lavoro di realizzazione di un nuova condotta addutrice del pozzo comunale ed opere di risanamento della rete idrica comunale a Casapulla. Ad Alife, invece sono finite nel mirino le gare per la realizzazione del Nuovo Museo Archeologico cittadino, oltre i lavori di progettazione e direzione lavori e di coordinamento della sicurezza del museo. Finisce al centro dell’inchiesta anche il progetto ‘Le porte dei parchi’, che prevedeva la ristrutturazione e la valorizzazione del Castello Normanno di Francolise, oltre che di altri beni del territorio. In questo caso finiscono nel mirino dei magistrati la nomina di due figure di supporto al Rup, oltre che i lavori di consolidamento e messa in sicurezza della facciata Nord-Ovest e locali interni del Castello Medioevale del Comune di Riardo. Sempre nel comune di Riardo è preso in considerazione anche il progetto ‘La terra delle acque’.

Commenta su Facebook