SMCV. Stop agli abusivi in piazzetta De Simone, scatta il blitz

Sono 10 le persone iscritte nel registro degli indagati
Nella mattinata odierna, i carabinieri della stazione di Santa Maria Capua Vetere hanno dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo emesso dal GIP del locale Tribunale, su richiesta di questa Procura, nei confronti di 10 indagati, per il delitto di occupazione abusiva di edificio pubblico (arti. 633 e 639-bis c.p.). È stato, in particolare, sequestrato l'immobile sito in piazza Fratelli De Simone di Santa Maria Capua Vetere, in passato sede di un istituto scolastico. L'immobile è stato il teatro di gravi vicende di maltrattamenti in famiglia e violenze sessuali, per le quali si è proceduto, in data 29 dicembre 2016, all'arresto del 23enne Vincenzo Cioffi, in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa nei suoi confronti, per i predetti reati (oltre per il delitto di sequestro di persona). Nell'ambito di tale attività di indagine, lo scorso 26 gennaio, veniva data esecuzione ad un decreto di perquisizione del predetto immobile, emesso da questo Ufficio; durante la stessa perquisizione, i militari procedevano altresì alla contestuale identificazione degli occupanti dell'edificio, cristallizzando lo stato dei luoghi attraverso gli opportuni rilievi fotografici. L'esito degli accertamenti e dei riscontri realizzati, dai quali è, inoltre, emerso che l'immobile versa in condizioni di fatiscenza strutturale ed in pessime condizioni igienico-sanitarie, rendeva indispensabile l'adozione dell'odierno provvedimento di sequestro, considerata la necessità di interrompere la prosecuzione dei reati oggetto di contestazione e di evitare l'aggravarsi di ulteriori e più gravi conseguenze.

Commenta su Facebook