Droga da Capua a Grazzanise: scatta il blitz, decine di arresti

Sono 12 le persone finite nei guai e considerate responsabili di 230 episodi di detenzione e spaccio

Capua - Nell'ambito di una articolata indagine coordinata dai magistrati della Procura di Napoli - Dda -, i carabinieri della stazione di Grazzanise hanno dato esecuzione ad un'ordinanza di custodia cautelare, emessa dall'ufficio Gip del Tribunale di Napoli, nei confronti di 12 indagati gravemente indiziati, a vario titolo, di aver costituito un'associazione per delinquere finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti nonché di essersi resi responsabili di 230 episodi di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

L'attività investigativa, avviata nell'aprile del 2015, condotta attraverso intercettazioni telefoniche ed ambientali e corroborata da servizi di osservazione, pedinamento e riscontro ha permesso di accertare l'esistenza, nel territorio di Grazzanise, di un'associazione per delinquere, dorata di propri mezzi e risorse, finalizzata al trasporto, alla trasformazione, al confezionamento ed alla successiva cessione di sostanze stupefacenti del tipo cocaina e hashish nel territorio grazzanisano e dei comuni limitrofi di Santa Maria la Fossa, Capua, Cancello ed Arnone, Sant'Andrea del Pizzone.

E' stato infatti appurato che il gruppo si era strutturato in modo tale da sopravvivere anche ai momenti di fibrillazione derivanti da imprevisti interventi delle forze dell'ordine, riorganizzandosi immediatamente senza perdere il controllo del territorio, reclutando nuove leve e rivolgendosi a più fornitori eseguendo metodi alternativi di approviggionamento in base anche a valutazioni di carattere economico.

Gli arrestati. Si tratta di Fabio Bencivenga, 22enne nato a Santa Maria Capua Vetere; Alessio Cantiello, 25enne nato a Caserta; Gerardo Cantiello, 47enne nato a Grazzanise; Andrea Chiarolanza, 19enne nato a Napoli; Guido Frasconga, 42enne nato a Grazzanise; Raffaella Frascogna, 44enne nata a Grazzanise; Aldo Gagliardi, 36enne nato a Capua; Pietro Petrella, 35enne nato a Capua e Raffaele Raimondo, 50enne nato a Grazzanise.

Ai domiciliari Agostino Maiello, 25enne nato a Caserta mentre per Giovanni Gravante, 42enne originario di Grazzanise, è stato previsto il divieto di dimora nella provincia di Caserta.  

Commenta su Facebook