Mondragone. Sorpresi a razziare un appartamento, due in manette. Complici in fuga

Il bottino, stimato intorno ai 20mila euro, sarà restituito ai proprietari. Ricerche in corso

Mondragone - I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Mondragone, in viale Margherita hanno proceduto all’arresto in flagranza di reato per furto aggravato e riciclaggio in concorso, dei pregiudicati Pavlovic Gianni, cl. 1986 e Filidovic Danjan, cl. 1992, entrambi domiciliati a Castel Volturno. I militari dell’Arma hanno sorpreso i due mentre erano intenti, unitamente ad altri due complici,  a compiere furto all’interno di un’abitazione di via Gubbio. Accortisi della presenza dei carabinieri i malviventi hanno tentato di scappare ma, due di esse, sono stati prontamente bloccati.I due, a seguito dell’immediata perquisizione, personale e del mezzo in uso, sono stati trovati in possesso anche della refurtiva, frutto di altri due furti in abitazione portati a segno poco prima in  Piedimonte  di Sessa Aurunca. Il bottino,  il cui valore complessivo è stimato 20mila euro circa, è costituito da monili in oro e somme di denaro. La refurtiva, interamente recuperata, sarà restituita agli avente diritto. Pavlovic Gianni e Filidovic Danjan, sono stati accompagnati presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere. I complici degli arrestati, riusciti a scappare nelle campagne circostanti, sono al momento attivamente ricercati. Indagini in corso.

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Mondragone (CE), in viale Margherita di quel centro, hanno proceduto all’arresto in flagranza di reato per furto aggravato e riciclaggio in concorso, dei pregiudicati Pavlovic Gianni, cl. 1986 e Filidovic Danjan, cl. 1992, entrambi domiciliati a Castel Volturno (CE).

I militari dell’Arma hanno sorpreso i due mentre erano intenti, unitamente ad altri due complici,  a compiere furto all’interno di un’abitazione di via Gubbio. 

Accortisi della presenza dei carabinieri i malviventi hanno tentato di scappare ma, due di esse, sono stati prontamente bloccati.

I due, a seguito dell’immediata perquisizione, personale e del mezzo in uso, sono stati trovati in possesso anche della refurtiva, frutto di altri due furti in abitazione portati a segno poco prima in  Piedimonte  di Sessa Aurunca.

Il bottino,  il cui valore complessivo è stimato in € 20.000,00 circa è costituito da monili in oro e somme di denaro.

La refurtiva, interamente recuperata sarà restituita agli avente diritto.

Pavlovic Gianni e Filidovic Danjan, sono stati accompagnati presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

I complici degli arrestati, riusciti a scappare nelle campagne circostanti, sono al momento attivamente ricercati. Indagini in corso.

Commenta su Facebook