Aggressione e violenza verbale, arrestate due donne tra Portico e Macerata

Il fatto è avvenuto alla vigilia di Natale, nonostante per le due donne fosse già scattato il divieto di avvicinamento
Nella mattinata odierna, in Macerata Campania e Portico di Caserta, i Carabinieri della Stazione di Santa Maria Capua Vetere hanno dato esecuzione ad un'ordinanza di aggravamento di misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, nei confronti di Rosaria Aprea 24 anni e Jeanette Boutria 33 anni su richiesta di questa Procura. L'emissione del provvedimento cautelare trae origine da una querela presentata, presso la Stazione Carabinieri di Santa Maria Capua Vetere, da Pasquale Russo a seguito della quale veniva avviata un'attività d'indagine, coordinata da questo Ufficio, che permetteva di accertare come le predette donne, nonostante in data 13.04.2016 fossero state colpite dalla misura cautelare del divieto di avvicinamento, si erano recate, lo scorso 24 Dicembre, presso l'abitazione del padre di Russo ove quest'ultimo, unitamente alla propria compagna ed ai figli, stava trascorrendo la vigilia di Natale.Nell'occasione le donne hanno aggredito verabalmente e fisicamente Russo e la sua compagna Maria Lettieri, trasgredendo le prescrizioni inerenti il regime cautelare, in atto nei loro confronti.La pregressa misura del divieto di avvicinamento veniva, infatti, emessa nell'aprile dello scorso anno in quanto Aprea, in concorso con Jeanette Boutria  e Marianna Bifone, si erano rese autrici di atti persecutori nei confronti di Russo e Lettieri. Condotte queste realizzate con l'uso di armi e facendo riferimento a parentele, da parte della Bifone e della Boutrua, con appartenenti alla locale criminalità organizzata. 

Commenta su Facebook