Stroncato da un infarto ad Aversa, il Vescovo celebra i funerali del 48enne

L'uomo era stato trovato dai carabinieri in via San Nicola
Questa mattina, nella mensa della Caritas diocesana di Aversa (Via Golia) è stato celebrato il rito funebre di Amrik Singh, deceduto due giorni prima a causa di un infarto. Alla celebrazione, presieduta dal vescovo mons. Angelo Spinillo, erano presenti molti volontari della Caritas, il sindaco di Aversa Enrico De Cristofaro, il Senatore Lucio Romano, rappresentanti della Comunità Sant'Egidio e del Cammino Vincenziano, alcuni ospiti della mensa e della casa di accoglienza diocesana "Gratis Accepistis".Nato in India 47 anni fa, Amrik Singh era giunto in Italia da qualche anno e aveva incrociato il cammino Caritas nel 2015 come senza fissa dimora alla stazione ferroviaria di Aversa. Amrik era stato accolto prima nella struttura di Sant'Agostino e, successivamente, nel dormitorio della casa "Gratis Accepistis". Il diabete gli aveva causato l’amputazione della gamba sinistra. Uomo discreto, negli ultimi tempi Amrik aveva partecipato a tante tappe della Caritas, riprendendo un cammino di serenità e avvicinandosi anche alla religione cattolica. Arrivato da noi come "senza fissa dimora", dopo un lungo peregrinare Amrik è ritornato alla casa del padre.

Commenta su Facebook