SMCV. I vigili aprono i sacchetti, fioccano multe: bloccati anche utenti residenti in altri Comuni

Avviati i controlli da parte della polizia municipale di Santa Maria Capua Vetere: sorpresi a sversare in campagna due cittadini di Macerata Campania e Capua

Santa Maria Capua Vetere - Partiti i controlli a tappeto, da parte della polizia municipale di Santa Maria Capua Vetere, finalizzati al rispetto delle norme in materia ambientale.

Dal mancato rispetto dell’orario circa l’esposizione dei contenitori all’esterno delle abitazioni, all’utilizzo dei sacchi neri per finire al controllo di utenti, residenti in altri Comuni, che hanno sversato i propri rifiuti sul suolo ricadente nella città del Foro. Multe che viaggiano intorno ai 100 euro ciascuna, in virtù dei riferimenti contenuti in un provvedimento del 2014, ma che potrebbero diventare ben più gravose con il trascorrere dei giorni.

Per quanto riguarda gli sversamenti extraterritoriali, una pattuglia dei caschi bianchi è riuscita, in 24 ore, a fermare due utenti che, benché non fossero residenti nella città di Santa Maria Capua Vetere, sono stati sorpresi a conferire rifiuti all’interno dei confini comunali. Il primo intervento ha permesso di bloccare e successivamente sanzionare un cittadino residente a Macerata Campania beccato mentre sversava rifiuti nella zona Asi, nel rione Sant’Andrea. Un secondo intervento ha invece permesso di bloccare una persona residente a Capua, precisamente nella frazione Sant’Angelo in Formis, che stava sversando rifiuti in via Cupa degli Spiriti nei pressi dell’area cimiteriale.

Diversa è la natura della sanzioni elevate per errato conferimento di rifiuti. La polizia municipale ha infatti notificato il provvedimento a due amministratori di condominio perché i residenti, nello specifico si tratta di una parco ubicato in via Santella e di un parco di via Della Valle, hanno conferito rifiuti sia prima degli orari previsti dalla normativa vigente, vale a dire le ore 20.00, che senza rispettare il calendario della raccolta differenziata. Sulla stessa linea anche le operazioni svolte in via Italia dove alcuni agenti hanno aperto i sacchi neri, non consentiti, per risalire agli utenti che li avevano lasciati in strada. Operazione andata a buon fine e che ha permesso di sanzionare altri due cittadini sammaritani che non si sono attenuti al rispetto delle norme in materia di raccolta differenziata.

Commenta su Facebook