Recale. La maestra respinge le accuse. I genitori: "Ora telecamere nelle aule"

Il Gip ha confermato per la Vallone gli arresti domiciliari.

Recale - Rosa Vallone, la maestra di Recale, arrestata con la pesantissima accusa di maltrattamenti su minori, respinge ogni accusa. Durante l'interrogatorio davanti al gip, la donna difesa dall'avvocato Pezone, avrebbe chiesto di visionare l'intera documentazione video acquisita dai carabinieri di Macerata Campania. Stando, infatti, alle immagini diramate, secondo la maestra sessantenne non emergerebbe una condotta particolarmente violenta. Intanto, a Recale, continua a voce alta e con l'ausilio delle troupe televisive, la protesta dei genitori affinchè vengano installate le telecamere all'interno delle aule. 

Commenta su Facebook