San Nicola. Viola le norme sanitarie, sequestrato allevamento

I carabinieri hanno trovato nell'allevamento di 3 mila metri quadrati: 32 capi tra ovini e caprini privi di marche auricolari

San Nicola la Strada - I carabinieri della Stazione di San Nicola La Strada, con l’ausilio dei Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro e del N.A.S. di Caserta, hanno proceduto al deferimento in stato di libertà nei confronti di C.G. cl. 70, allevatore. Il deferimento è scaturito in seguito ad un’ispezione condotta presso l’allevamento gestito dall’uomo in località campestre di San Nicola La Strada, nel corso della quale i Carabinieri hanno accertato diverse violazioni della normativa igienico – sanitaria ed in materia di sicurezza dei luoghi di lavoro. Nello specifico sonio state accertate le seguenti violazioni: 32 capi ovini-caprini privi di marche auricolari identificative; 13 cani non anagrafati con microchip, di cui 5 permanentemente legati con catene di ferro ed in assenza di qualsiasi ricovero contro le avversità atmosferiche; presenza di cittadina ucraina sprovvista di permesso di soggiorno ed illecitamente assunta; evidenti violazioni della normativa sanitaria. Nella circostanza sono stati rinvenuti rifiuti speciali, costituiti da manufatti di eternit, presenti nell’allevamento, nonché resti e carcasse di alcuni animali deceduti. Nella circostanza sono state elevate sanzioni amministrative per un totale di 15.000 euro circa. L’intero impianto di allevamento costituito su superficie di 3000 mq ed ospitante circa 900 capi di bestiame in condizioni di malgoverno è stato sequestrato. L’attività odierna rientra in una serie di controlli in materia di sicurezza sul lavoro e rispetto delle normative igienico-sanitarie, predisposti dalla compagnia carabinieri di Marcianise nel territorio di competenza.

Commenta su Facebook