Camorra. Arrestato Salvatore D'Albenzio, affiliato al clan Belforte

Il 30enne è responsabile dei reati di ricettazione e detenzione abusiva di armi e munizioni, commessi nell’anno 2011 nel comune di Cervino

Maddaloni - I carabinieri di Maddaloni hanno eseguito un ordine di carcerazione, emesso dall’ufficio esecuzioni penali del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, nei confronti del 30enne D’Albenzio Salvatore, figlio del 56enne D’Albenzio Giorgio e nipote del 61enne D’Albenzio Clemente, entrambi affiliati al clan Belforte - fazione D’Albenzio-Farina di Maddaloni. Il 30enne dovrà scontare la  pena della reclusione di anni due e mesi tre, poiché responsabile dei reati di ricettazione e detenzione abusiva di armi e munizioni, commessi nell’anno 2011 nel comune di Cervino. D’Albenzio, in quella circostanza, mentre si trovava bordo della propria autovettura, veniva sottoposto a perquisizione veicolare al termine della venne trovato in possesso di  una pistola semiautomatica marca SAFE cal. 6,35, con matricola abrasa, completa di caricatore e n. 6 cartucce.

Commenta su Facebook