Camorra, omicidio Cortese: chiesto l'ergastolo per Angelo Grillo

A formulare la richiesta lo stesso magistrato che, nel novembre 2013, lo ha spedito dietro le sbarre

Caserta - Da circa due anni è rinchiuso in carcere ma ieri, l'imprenditore Angelo Grillo, ha intascato anche una richiesta di condanna all’ergastolo dal pm dell’Antimafia. A formularla è stato il magistrato della Dda che lo ha spedito dietro le sbarre nel novembre 2013: Luigi Landolfi. Per oltre un’ora e mezza Landolfi ha parlato per spiegare ai giudici del tribunale di Santa Maria Capua Vetere che Grillo, l’imprenditore spregiudicato degli appalti in odore di camorra, era stato il mandante dell’omicidio di Angelo Cortese, un affiliato al gruppo Letizia, in conflitto con i Belforte di Marcianise.

Commenta su Facebook