Atti persecutori nei confronti dell'ex moglie: arrestato Mario Zannone

L'uomo di Falciano del Massico è finito ai domiciliari: la condotta violenta è iniziata nel dicembre 2013

Falciano del Massico - "Atti persecutori nei confronti del coniuge separato": questo il il grave quadro indiziario a carico del 48enne Mario Zannone, di Falciano del Massico. L'uomo è finito agli arresti domiciliari in virtù dell'ordinanza notificata questa mattina dai carabinieri di Falciano del Massico. Il provvedimento si è reso necessario "per evitare - si legge nella nota della Procura della Repubblica - che le condotte perpetrate, connotate da un crescento livello di invasività, potessero cagionare ancor più gravi conseguenze per l'inclomunità della persona offesa".

L'attività investigativa ha preso le mosse dall'iniziativa della persona offesa stessa, la quale ha presentato numerose denunce-querele, indicative della personalità violenta e dell'atteggiamento persecutorio del coniuge separato, il quale - in più occasioni - poneva in essere condotte di minaccia, ingiuria e molestia, anche in presenza dei due figli minori e di altre persone. Le condotte persecutorie hanno avuto inizio già dal mese di dicembre 2013 e sono proseguite fino ad oggi attraverso un'allarmante escalation che ha reso necessario il ricorso al provvedimento cautelare.

Commenta su Facebook