Casertavecchia: scoperti 200 chilogrammi di cavi elettrici abbandonati

Il ritrovamento è stato effettuato dalla polizia municipale in seguito ad una segnalazione

Casertavecchia - Oltre duecento chilogrammi di cavi elettrici sono stati scoperti ieri dagli uomini della Polizia municipale coordinati dal comandante Alberto Negro, intervenuti in via Lupara a Casertavecchia in seguito ad una segnalazione. Sul posto, dopo accurati e più approfonditi sopralluoghi in aree diverse di due fondi agricoli, rinvenivano vari cumuli di cavi elettrici di diverso tipo e diametro, per un totale di 220 chilogrammi, in parte privati della componente interna di rame. Gran parte del materiale, poi sottoposto a sequestro a disposizione dell'Autorità Giudiziaria, era celato in un rudere abbandonato, probabile luogo di un deposito occasionale per procedere alla selezione e al riciclo illecito del materiale. Durante l'intervento nella zona, in parte impervia e non percorribile, la Polizia municipale ha operato con l'ausilio dei volontari e di un mezzo del Nucleo comunale della Protezione civile.

Commenta su Facebook