Vergogna al Liceo Classico Cneo Nevio: crolla solaio, aule inagibili [GUARDA IL VIDEO]

Il cedimento appena è suonata la campanella delle 8.30, fortunatamente gli studenti ancora non erano all'interno dell'edificio

Santa Maria Capua Vetere -  Il liceo classico «Cneo Nevio» cade a pezzi. Attimi di panico per gli studenti del plesso scolastico ubicato su corso Garibaldi quando, pochi minuti dopo il suono della campanella di ingresso, hanno appreso la notizia del cedimento di parte del solaio in un corridoio del secondo piano dell’edificio. Il cedimento si è verificato nella mattinata di lunedì, proprio mentre gli studenti del liceo stavano organizzando la mobilitazione che, di lì a poco, sarebbe sfociata nell’occupazione dell’istituto in perfetta sintonia con i movimenti studenteschi che, da 48 ore a questa parte, hanno dato il via alle proteste in tutta Italia. Nulla da fare per gli studenti del Nevio, alcune aule sono state dichiarate inagibili dopo il sopralluogo dei tecnici allertati dalla dirigente scolastica Rosaria Bernabei. Fortunatamente non si sono registrate conseguenze: i calcinacci staccatisi dal solaio si sono infranti sul pavimento ma è dipeso soltanto da una serie di coincidenze favorevoli.

Ieri la scuola è rimasta chiusa e, al momento, mancano notizie certe circa la riapertura, ma la mobilitazione degli studenti e di molti ex alunni si è spostata sui social network. E’ nata, in poche ore, la pagina sociale «Salva il Nevio». Ad idearla è stata la dottoressa Maria Rosaria Sticco, aspirante docente e componente del Forum Giovani di Santa Maria Capua Vetere. «Prima da ex allieva e oggi da aspirante insegnante ho ritenuto cosa giusta fare qualcosa per preservare quello che rappresenta il patrimonio della città di Santa Maria Capua Vetere. Il liceo Nevio ha cresciuto un po’ tutti nella città del Foro e in tanti siamo cresciuti con lui. E’ per questo motivo - ha spiegato Sticco - che ho pensato di far promuovere una campagna di sensibilizzazione nel tentativo di coinvolgere il maggior numero di persone tra cui anche molti rappresentanti istituzionali al fine di perseguire un obiettivo comune: salvare il liceo classico Nevio. Sono evidenti i problemi strutturali dell’edificio e urge intervenire. A tal proposito sono state gettate le basi per la nascita di un comitato tematico che sia in grado di focalizzare le attenzioni sul problema».

Commenta su Facebook