Colpo al patrimonio di Giovanni Malinconico, sequestrati terreni e società

L'imprenditore di Ailano era già stato arrestato per associazione mafiosa, nella vicenda fu coinvolto anche Enrico Fabozzi

Ailano - Scatta un’altra serie di sequestri ai danni di Giovanni Malinconico, l’imprenditore di Ailano che già nel 2011 fu arrestato per associazione mafiosa. Nella stessa vicenda in fu coinvolto anche il consigliere regionale di Villa Literno, Enrico Fabozzi. In pratica l’imprenditore ha sfruttato l’appartenenza al clan dei casalesi, gruppo ‘Iovine’ per aggiudicarsi illecitamente appalti pubblici.

Il provvedimento di questa mattina scaturisce da un’attività investigativa condotto dai carabinieri del Reparto Operativo di Caserta tra il 2007 ed il 2011. I militari hanno  sequestrato  6 società, 15 terreni,  2 appartamenti, 1 villa, 47 veicoli e 2 fabbricati, tutte riconducibili a Malinconico.

Commenta su Facebook