Concussione e corruzione: torna in libertà l'ex deputato Alfonso Papa

Lo ha deciso il Tribunale del Riesame. E' coinvolto in un'inchiesta su presunte irregolarità nella sanità casertana

Caserta - Il Tribunale del Riesame di Napoli ha accolto le richieste dei legali dell'ex deputato PdL Alfonso Papa, rimettendolo in libertà. Era stato accusato di concussione aggravata dalla finalità mafiosa. L'ex parlamentare è attualmente imputato in un processo per concussione e corruzione in corso davanti al Tribunale di Napoli ed era finito agli arresti nell'ambito di un'inchiesta su presunte irregolarità negli appalti della sanità casertana. Secondo l'accusa avrebbe chiesto e ottenuto somme di denaro dagli imprenditori Angelo e Roberto Grillo, destinatari di un'interdittiva antimafia da parte della prefettura di Caserta per presunti rapporti col clan di camorra Belforte.

Commenta su Facebook