Capua. Tenta il suicidio, salvato in extremis dai carabinieri

L'intervento dei militari ha fatto seguito alla telefonata effettuata dalla moglie del 41enne di Bellona

Capua - Erano circa le 10.30 di questa mattina quando, con una telefonata al '112', è giunta una telefonata da parte di una 36enne che riferiva all’operatore di centrale, che il marito 41enne di Bellona le aveva, poco prima, manifestato l’intento suicida. L’operatore ottenuta dalla donna l’utenza telefonica del marito immediatamente lo ha contattato con il preciso intento di farlo desistere dal compiere insani gesti. Contemporaneamente è stata rilevata l’esatta posizione del malintenzionato e comunicata all’operatore della Centrale Operativa di Santa Maria Capua Vetere che ha provveduto ad inviare una pattuglia a Capua, alla frazione Sant’Angelo in Formis, dove è stata rilevata la presenza dell’autovettura Fiat Punto con all’interno l’uomo ancora al telefono con l’operatore del 112 della Centrale Operativa del Comando Provinciale di Caserta. A quel punto militari lo hanno invitato a scendere dall’auto e richiesto l’intervento del 118 il cui personale sanitario lo ha  visitato e riscontrato affetto da stato ansioso. Le cause del gesto sarebbero verosimilmente riconducibili a questioni sentimentali.

Commenta su Facebook