Camorra e appalti, sequestrata società di vigilanza di Angelo Grillo

L'imprenditore è considerato referente del clan Belforte nel settore imprenditoriale

Caserta - Sequestro preventivo ordinato dalla procura Antimafia di Napoli nei confronti della società Silpres Group con sede a Livorno. Si tratta di un'impresa di vigilanza privata che svolge attività a Livorno e provincia a cui è collegata anche la Silpres Vigilanza Srl che ha eseguito il servizio di vigilanza nel centro Commerciale Campania di Marcianise. La società era riconducilbile all'imprenditore Angelo Grillo, considerato referente del clan Belforte nel settore imprenditoriale, coinvolto nello scandalo degli appalti 'comprati' all'Asl di Caserta e arrestato il 7 novembre del 2013, assieme a politici e dirigenti dell'Azienda sanitaria locale. Grillo - che a giugno si è visto recapitare anche un'ordinanza per omicidio ed ora è ristretto al 41 bis nel carcere di Parma - è stato così raggiunto, questa mattina, da un'ordinanza per il reato di intestazione fittizia di beni.

Il provvedimento è stato emesso dal gip di Napoli su richiesta dei pm della Dda di Napoli, Luigi Landolfi, Giovanni Conzo e Annamaria Luchetta. Raggiunto da ordine di arresto anche Riccardo Mazzara, considerato il prestanome dell'azienda di Grillo. L'indagine dei carabinieri del nucleo investigativo di Caserta è scaturita in seguito alla cessione di rami d'azienda da parte di alcune società già sequestrate alla famiglia Grillo e ha consentito di svelare che tale condotta dell'imprenditore era finalizzata a eludere gli accertamenti patrimoniali e i sequestri della magistratura.

Commenta su Facebook