SMCV. Pubblicità 'inchiodate' sugli alberi: c'è la denuncia in Comune

Lunga lettera del M5S indirizzata al sindaco Di Muro e all'assessore Di Rienzo

Santa Maria Capua Vetere - Tigli e pini, con almeno 50 anni di vita, fanno da base alla pubblicità della propria ditta privata e/o azienda. E' la denuncia depositata dal Movimento 5 Stelle al Comune di Santa Maria Capua Vetere, supportata da considerevole materiale fotografico che testimonia quanto riportato nella missiva indirizzata al sindaco Biagio Di Muro, all'assessore all'Ambiente Donato Di Rienzo e al comando della polizia municipale. 

"La barbara usanza - spiegano gli attivisti - di attaccare locandine, striscioni, manifesti e cartelli pubblicitari sui tronchi degli alberi sta diventando un'abitudine assai di cattivo gusto, aggravando ulteriormente un decoro urbano già abbastanza traballante. L'inciviltà di questi signori che pur di reclamizzare qualcosa, non esitano a prendere chiodi e viti ed armarsi di martello e usare i tronchi degli alberi come vere e proprie bacheche".

"Sindaco - dicono ancora gli attivisti - ci domandiamo se nessuna delle autorità preposte alla garanzia e al rispetto delle norme vigenti, avrà mai notato tutto questo. Se come immaginiamo nessuno 'ha visto o voluto vedere' ebbene adesso ne sono a conoscenza e speriamo che provvedano a sanzionare chi ha avvitato sugli alberi i cartelli".

Commenta su Facebook