Vende droga seduto ai tavolini del bar, in manette Gennaro Verniero

Arrestato anche Giuseppe Cicia, aveva con sè alcune dosi di cocaina

Caserta/San Nicola la Strada - Nell’ambito dei servizi predisposti per arginare lo spaccio delle sostanze stupefacenti, gli agenti della squadra mobile di Caserta, diretta dal vice questore Alessandro Tocco, hanno tratto in arresto Gennaro Verniero, di 54 anni di San Nicola La Strada. L'uomo è stato sorpreso, a seguito di mirati servizi di appostamento ed osservazione, mentre era in via Perugia, nei pressi del “Bar Hit”, dove era solito sedersi ad un tavolino, in attesa della sua “clientela”.

Gli agenti, fintisi normali clienti, hanno avuto modo di notare diversi contatti tra l’uomo ed alcuni giovani che puntualmente lo salutavano stringedogli la mano. Il sospetto, poi rivelatosi fondato, era che la stretta di mano nascondesse il passaggio soldi stupefacenti.

Il trucco veniva smascherato allorquando un agente in borghese si avvicinava al Verniero per controllarlo e, mentre l’agente stava per qualificarsi, il malvivente subito gli chiedeva se andava bene un pezzo da dieci (si intende euro). A tanto l’agente esibiva il proprio tesserino di riconoscimento intimando all'uomo, che aveva accennato ad allontanarsi, di rimanere seduto. L’immediato intervento di tutti gli agenti impegnati nell’operazione consentiva di rinvenire indosso al 54enne e presso la sua abitazione alcune stecche di hashish e alcune bustine di marijuana, il tutto per un peso complessivo di circa 80 grammi. Dopo gli adempimenti di rito, l'uomo è stato condotto agli arresti presso la propria abitazione in attesa delle decisione della competente autorita’ giudiziaria. Nell’ambito dei medesimi servizi, gli agenti della squadra mobile hanno tratto in arresto Giuseppe Cicia di 38 anni di Caserta, trovato in possesso di alcune dosi di cocaina.

L’uomo veniva notato dagli agenti mentre viaggiava, come passeggero, a bordo di un taxi. La circostanza insospettiva i poliziotti perchè appariva abbastanza insolito che il Cicia, che era solito viaggiare su ciclomotori vecchi e sgangherati, utilizzasse addirittura un taxi. Sottoposto ad immediata perquisizione, gli agenti gli trovavano, ancora stretto in mano, lo stupefacente. Il giovane veniva pertanto dichiarato in arresto e condotto presso la propria abitazione per disposizione della competente autorita’ giudiziaria.

Commenta su Facebook