Biopower: il Tar accoglie la sospensiva del Comune

Prima vittoria del comitato cittadino, ora si chiede l'abbattimento dell'ecomostro realizzato dall'amministrazione Magliocca

Pignataro Maggiore - Prima vittoria al Tar contro l’inceneritore della Biopower: la settima sezione del Tribunale amministrativo regionale (relatore dottor Carlo Polidori) ha accolto la domanda cautelare avanzata dal Comune di Pignataro Maggiore e quindi sospeso ogni iter di autorizzazione per l’ecomostro di via del Conte. Si tratta di una grande vittoria per il movimento popolare di opposizione alla Biopower e al suo sistema di potere e di corruzione. Il “Comitato popolare contro la centrale a biomasse” esprime piena soddisfazione e invita la cittadinanza a non abbassare la guardia, in vista del giudizio di merito del 21 giugno 2012. "Alla luce di tutto ciò - spiegano gli esponenti del comitato - chiediamo all’Amministrazione Comunale il massimo impegno per arrivare all’abbattimento delle strutture realizzate dalla Biopower. Le iniziative del comitato, nonostante questa prima vittoria, continuano con due nuove manifestazioni fissate per domenica (30 ottobre) e per lunedì (31 ottobre)". 

Commenta su Facebook