Colpevoli di otto omicidi, ordini di custodia per Augusto e Tiberio La Torre

Sono accusati di fatti di sangue commessi tra il 1989 e il 1995 per agevolare l'egemonia del clan a Mondragone

Mondragone - Questa mattina a Voghera e Firenze-Sollicciano, i carabinieri del nucleo investigativo di Caserta hanno dato esecuzione a cinque ordinanze di custodia cautelare in carcere, emesse dall’ufficio gip presso il tribunale di Napoli nei confronti dei pregiudicati:

  1. La Torre Augusto classe '62, già capo dell’ex omonimo clan operante a Mondragone, in atto detenuto presso la casa circondariale di Firenze-Sollicciano;

  2. La Torre Tiberio Francesco classe '59, già elemento di vertice dell’ex omonimo clan, cugino del predetto augusto, in atto detenuto presso la casa circondariale di Voghera.

I provvedimenti restrittivi riguardano i seguenti otto omicidi commessi tra il 1989 ed il 1995:

  • omicidio di Roberto Esposito, a Mondragone il 18 gennaio 1989, e di Antonio Di Nuzzi e Giuseppe Tatone, a Mondragone il 28 marzo 1990;

  • omicidio di Antonio Gallucci, a Nocelleto di Carinola il 22 gennaio 1990 (solo per Augusto La Torre);

  • omicidio di Alberto Beneduce e Armando Miraglia, a Sessa Aurunca il 1° agosto 1990;

  • omicidio di Benito Beneduce, a Baia Domitia l’11 settembre 1990;

  • omicidio di Donato Pagliuca, a Mondragone il 14 agosto 1995 (solo per Augusto La Torre),

Fatti delittuosi commessi al fine di agevolare le illecite attività del clan camorristico ‘La Torre’, già operante a Mondragone, e di affermarne l’egemonia nel controllo del litorale domitio negli anni ‘90. Gli medesimi provvedimenti erano stati gia’ notificati confronti di altri correi componenti del “gruppo di fuoco” del clan ‘La Torre’ e del clan ‘Esposito’ di Sessa Aurunca (Ernesto Cornacchia cl.’69, Giuseppe Fragnoli cl.’60, Massimo Gitto cl.’54, Angelo Gagliardi cl.’54, MArio Esposito cl.’59, Gualtiero Esposito cl.’66, Francesco Zuccheroso cl.’58), mentre per i predetti Augusto e Tiberio Francesco La Torre, estradati rispettivamente nel marzo 1997 dall’Olanda e nel giugno 2007 dall’Inghilterra per altri reati, vi è stata l’estensione dell’estradizione anche per i suddetti omicidi.

Commenta su Facebook