Edilizia scolastica, la rete genitori incontra Magliocca: "Sbloccheremo i fondi"

Per il risanamento degli istituti saranno utilizzati quattro milioni di euro destinati al polo tecnologico tra i comuni di San Tammaro e Santa Maria la Fossa

Caserta - (di Alessia Aulicino) - Sono stati comunicati dalla Rete Informale Genitori, i risultati dell’incontro avvenuto nella giornata di ieri tra i rappresentanti dell’associazione ed il presidente della Provincia Giorgio Magliocca, in merito all’incresciosa vicenda che ha travolto gli istituti superiori casertani.

Come si evince dalle dichiarazioni del presidente della Rete, Umberto Marzuillo, dal colloquio è stata confermata la volontà di sopperire alle prime necessità attingendo da quei fondi che erano, inizialmente, destinati alla realizzazione del polo tecnologico compreso tra i comuni di San Tammaro e Santa Maria la Fossa: “Il presidente Magliocca – riferisce Marzuillo - ha ribadito il proprio impegno per le scuole superiori, utilizzando in particolare fondi pari a circa quattro milioni di euro, che saranno destinati ad affrontare le principali criticità, dando l'opportunità ad ogni istituto di poterli utilizzare direttamente ed in modo finalizzato alle effettive problematiche presenti. Si cercherà consequenzialmente, di reperire ulteriori fondi sia regionali che ministeriali, al fine di creare i presupposti necessari per un percorso condiviso che porterà gli istituti casertani ad essere normativamente certificati, in condizioni reali di effettiva sicurezza e manutentati  secondo il sistema.”

“La Rete Genitori – prosegue poi Marzuillo - ribadisce il proprio impegno di vigilanza, presentando anche la richiesta di un tavolo istituzionale permanente di confronto e monitoraggio sul tema scuole, in cui siano presenti anche genitori e studenti, al fine di poter affrontare le problematiche con una visuale e prospettiva più aperta e condivisa, facendo sì che essi non siano più spettatori distaccati, ma protagonisti attivi della scuola quale bene comune partecipato.”

La riunione ha affrontato in una discussione generale, articolata e completa, anche le due criticità attualmente più evidenti, rappresentate dall’Itc M. Buonarroti di Caserta, posto sotto sequestro dalla Procura per criticità strutturali e dall’Isis A. Volta di Aversa, dove il tetto della palestra, in seguito ai recenti eventi atmosferici avversi, è rovinosamente crollato .

Gli studenti del Buonarroti dovrebbero, a breve, poter seguire le lezioni presso alcune aule della scuola media A. De Filippo di San Nicola La Strada, anche se non tutte in orario antimeridiano. Nel frattempo, verrà garantito a tutti gli alunni che da maggio seguono corsi pomeridiani presso il liceo A. Diaz e l’itc B. Giordani, l’accensione degli impianti di riscaldamento. Infine, dopo il parere favorevole rilasciato dal genio civile, si attenderà il dissequestro della struttura e la celere ripresa dei lavori.

Anche sulla vicenda della palestra dell'istituto Volta, il presidente Magliocca confrontandosi con l'assessore all’istruzione della Regione Campania, Lucia Fortini, tenterà di trovare una soluzione rapida e plausibile.

Sempre in riferimento al presidente neoeletto, Marzuillo ha poi concluso, confortato: “Salutandoci, ha fornito ampie rassicurazioni sul suo impegno in materia scolastica e garantito la disponibilità alla sinergia e  e al confronto con noi Rete Genitori e studenti, sempre nel rispetto di ruoli e prerogative, ma con una visione aperta e partecipata tra cittadini ed istituzione provincia.”

Commenta su Facebook