Giornata Nazionale della Piccola Industria: le aziende casertane incontrano gli studenti

Il presidente di PI di Confindustria, Giovanni Bo: " Un'iniziativa per formare e sensibilizzare i giovani ed evitare fughe di studenti e lavoratori”

Caserta - (di Alessia Aulicino) - Si è tenuta questa mattina la conferenza stampa di presentazione del “PMI DAY”, la Giornata Nazionale delle Piccole e Medie Imprese, un evento che da otto edizioni coinvolge studenti ed industrie sparse per tutto il territorio italiano. Un progetto all’avanguardia che nasce dalla collaborazione tra Piccola Industria Confindustria e le Associazioni del sistema, inserito nella XVI Settimana della Cultura d’Impresa, grazie al quale il prossimo 17 novembre oltre 1000 imprese italiane apriranno i propri cancelli per accogliere circa 41mila visitatori, tra studenti e insegnanti. Lo scopo è quello di far scoprire ai giovani le proprie realtà territoriali, comprendere i ‘meccanismi’ che rendono possibile lo sviluppo di un’impresa ed orientarli al mondo del lavoro.

Punto cardine di questa edizione sarà, grazie alla collaborazione del Gruppo Tecnico Made-in di Paolo Bastianello, la dura lotta alla contraffazione ed avrà l’obbiettivo di sensibilizzare le nuove generazioni all’acquisto consapevole, evidenziando i danni causati dal mercato parallelo delle “imitazioni” con testimonianze dirette degli imprenditori.

Anche Caserta, parteciperà nuovamente all’iniziativa e lo farà mettendo in risalto le migliori industrie del territorio, realtà imprenditoriali che nel corso degli anni sono riuscite a divenire vere e proprie casse di risonanza dell’economia industriale casertana, espandendo le proprie produzioni a livello nazionale se non, addirittura, globale. Delle varie scuole che entro l’inizio del mese in corso hanno presentato domanda di partecipazione, sono state selezionate il liceo scientifico N. Cortese di Maddaloni, l’Iti F. Giordani di Caserta, l’Isiss Ferraris Buccini di Marcianise, l’Istituto tecnico C. Andreozzi di Aversa, l’Isiss Terra di Lavoro di Caserta, l’Isiss Conti di Aversa, l’Isiss Mattei di Caserta, l’istitito tecnico Falco di Capua e l’Isiss Righi Nervi di Santa Maria Capua Vetere.

Le aziende che invece, saranno pronte ad accogliere gli alunni sono l’Italrobot Srl, la Getra Power, l’officina meccanica Funari, le aziende ospedaliere Pineta Grande e Villa Fiorita, la Proma Spa, la Capua Bio Service, l’Insem Spa e la A.t.M, azienda dell’Agro Aversano specializzata in nuove tecnologie di assemblaggio di materiali termoplastici per applicazioni aerospaziali.

“Un evento che – come evidenziato dal presidente di PI di Confindustria di Caserta, Giovanni Bo – è stato fortemente voluto dal presidente nazionale di Piccola Industria Alberto Baban e che rappresenta, per gli imprenditori, il momento di condividere con i giovani il loro impegno a favore della diffusione della cultura d’impresa, sensibilizzandoli al contempo verso quella crescita economica del territorio che eviterebbe ulteriori fughe di studenti e lavoratori verso il Nord Italia.”

“Non una semplice visita guidata – tiene a precisare Mauro Nemesio Rossi, presidente del ‘CeSAF Maestri del lavoro d'Italia’ - ma uno sguardo profondo volto al futuro delle imprese, verso la meccanizzazione e le nuove industrie 4.0”. Sarà proprio il presidente Rossi, infatti, ad accompagnare i giovani studenti alla scoperta della Proma Spa, una global company totalmente automatizzata presente in 10 paesi e 5 continenti, grande vanto di un progetto che, dagli anni ’80, esporta l’eccellenza casertana in tutto il mondo.

Commenta su Facebook