Cartelle esattoriali da 30mila euro, Confcommercio Caserta scende in campo al fianco dei commercianti

Ad accendere i riflettori sulla vicenda è stato Riccardo Di Benedetto, titolare della Caffetteria Volturno e socio di Confcommercio Caserta, che ha allertato l’associazione di categoria

Cancello arnone - Confcommercio Caserta scende in campo al fianco dei commercianti di Cancello ed Arnone per tentare una soluzione bonaria in sintonia con l’amministrazione comunale.

Gli esercenti di Cancello ed Arnone hanno ricevuto cartelle esattoriali (relative a Tari e Tares) da capogiro, che in alcuni casi hanno anche raggiunto i 30mila euro.

Ad accendere i riflettori sulla vicenda è stato Riccardo Di Benedetto, titolare della Caffetteria Volturno e socio di Confcommercio Caserta, che ha allertato l’associazione di categoria.

Lunedì 16 ottobre, alle ore 12, la coordinatrice provinciale Confcommercio provincia di Caserta, Maria Russo, parteciperà ad una cabina di regia, insieme all’amministrazione comunale, per verificare i termini della sospensiva delle intimazioni di pagamento, una riduzione drastica dell’imposizione comunale e la revisione del regolamento comunale.

L’amministrazione, dal canto suo, si è detta disponibile a discutere e ad avviare una trattativa per dirimere la questione.

<< Siamo pronti a dare tutto il sostegno necessario ai commercianti – ha spiegato Maria Russo – affinché questa situazione venga chiarita e risolta una volta per tutte. È impensabile che un esercente possa affrontare una scure tanto grande>>.

Commenta su Facebook