Capua. 'Un anno di prevenzione gratuita', sabato 21 la giornata dedicata alle malattie renali

Le visite si terranno dalle 9.00 alle 13.30, previa prenotazione da effettuarsi dal giorno 9 ottobre

Capua - Nel mese di ottobre il progetto “Un anno di prevenzione gratuita”, iniziativa  nata dalla collaborazione sinergica tra Croce Rossa Italiana, sezione diCapua e Gaetano Caputo, medico odontoiatra  e Presidente del Consiglio Comunale di Capua, continua con la prevenzione delle malattie renali.  Archiviate con successo le precedenti giornate di prevenzione del melanoma, del tumore della mammella, del glaucoma, dell’insorgenza della scoliosi nell’età prepuberale, sabato 21 ottobre 2017 si riprende con la giornata dedicata alle malattie renali. Le visite si terranno dalle 9.00 alle 13.30, previa prenotazione da effettuarsi dal giorno 9 ottobre al numero 334 6244094 oppure all’indirizzo di posta elettronica capua.cri@gmail.com. In sede di visita saranno proiettate delle immagini volte a sensibilizzare gli utenti alla giusta e necessaria prevenzione delle malattie renali; in più, all’atto della prenotazione sarà comunicato il giorno in cui sarò possibile ritirare presso la sede della Croce Rossa di Capua, il contenitore delle urine, che saranno analizzate e il cui esito sarà dato il giorno 21 ottobre durante la visita. “Ad ottobre – dice Caputo – l’attivitàdi prevenzione gratuita per i cittadini di Capua e di S.Angelo in Formis si concentrerà sulle malattie renali. I reni sono fondamentali per il benessere dell’organismo. Riescono infatti a depurare il sangue dalle sostanze tossiche e ad eliminarle dal corpo attraverso l’urina. Negli ultimi tempi l’aumento della frequenza di malattie come l’ipertensione e il diabete mellito hanno, di pari passo,  fatto aumentare i casi di insufficienza renale cronica, ovvero di quello stato in cui la funzione dei reni peggiora inesorabilmente complicando il benessere dell’organismo e la funzionalità degli altri organi. Fortunatamente, ad oggi, siamo in grado di sostituire la funzione dei reni irrimediabilmente malati, grazie a diverse tecniche di dialisi (emodialisi o dialisi peritoneale) ed al trapianto di rene. Ad oggi circa 70 mila persone in Italia praticano una di queste terapie per sopravvivere ed il loro numero sembra destinato a crescere nei prossimi anni. A questo scopo la prevenzione è fondamentale e, vista la semplicità di screening, è imperativa. Infatti, un semplice esame delle urine e la determinazione del valore ematico di creatinina sono sufficienti ad identificare la presenza di una malattia renale. Collaborerà a questa iniziativa il dottor Francesco Trepiccione, che ha deciso di prestare il proprio supporto al nostro progetto. All’atto della prenotazione obbligatoria, gli utenti riceveranno dai volontari della Croce Rossa le opportune indicazioni sulle modalità e sugli orari della visita”.

 

Commenta su Facebook