Viabilità: ecco come cambia la Ztl a Caserta

La Giunta Comunale ha approvato l’aggiornamento del disciplinare di gestione delle Zone a traffico limitato della città di Caserta

Caserta - La Giunta Comunale, su proposta dell’assessore Francesco De Michele, ha approvato l’aggiornamento del disciplinare di gestione delle Zone a traffico limitato (Ztl) della città di Caserta. Diverse le novità previste dal documento approvato dall’organo di governo cittadino. In primo luogo, va segnalato l’inserimento nel disciplinare, nella zona A (Centro Storico) della Ztl di via Gasparri, dove già da qualche settimana è presente il tabellone luminoso che segnala il varco. Dopo l’elettrificazione, ma soprattutto a seguito dell’approvazione del disciplinare da parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, potrà partire la sperimentazione, nel giro di un mese. Del piano fa parte ufficialmente anche Casertavecchia (ZTL B), dove l’accesso limitato ai veicoli è già attivo da diversi mesi.

Nel documento approvato oggi dalla Giunta sono state aggiunte (sempre nella zona A) anche via G.M. Bosco, via Sant’Antonio, via Mantegna, via Giotto, via Botticelli, via Settembrini. Al momento, però, non vi sarà l’attivazione della Ztl in queste strade, che sono state inserite nel disciplinare in previsione di un’eventuale sperimentazione futura di nuove soluzioni per la circolazione cittadina. Stesso discorso per l’area di San Leucio, dove non al momento non è in vigore la Ztl, ma non è escluso che ciò possa accadere in futuro.

Altra novità di rilievo, per quel che riguarda le autorizzazioni, è l’eliminazione del costo di 100 euro annui a carico delle farmacie che si trovano in aree Ztl, le quali potranno continuare ad inviare al Comune i numeri di targa, gli orari di ingresso in farmacia e le valide motivazioni di quei clienti che hanno assoluta necessità di raggiungere gli esercizi in zona a traffico limitato. Altra variazione è quella che concerne i proprietari di immobili non residenti, la cui validità del permesso diventa biennale e non più triennale. Infine, in caso di smarrimento o furto del pass, il titolare dovrà presentare apposita denuncia al Comando della Polizia Municipale o ad un organo di polizia prima di ottenere il rilascio di un duplicato che avrà, naturalmente, la stessa validità dell’originale.

“Abbiamo aggiornato il disciplinare con dei provvedimenti mirati – ha spiegato il sindaco di Caserta, Carlo Marino – che favoriranno dei miglioramenti alla circolazione e alla qualità della vita in città. Per quanto concerne via Gasparri a breve partirà la sperimentazione e appronteremo delle azioni utili a rendere più fruibile il centro cittadino, con una più ordinata affluenza in centro e contemperando le esigenze sia di chi vive in quelle zone che chi vi opera con un’attività commerciale”.

“Abbiamo lavorato con serietà e continuità – ha aggiunto l’assessore Francesco De Michele – assieme alla Polizia Municipale per aggiornare il disciplinare di gestione delle Ztl, che costituisce uno strumento fondamentale per regolamentare i flussi e la circolazione. I cambiamenti che sono stati effettuati vanno considerati nell’ottica di rendere la città più a misura di cittadino e di turista. Una Caserta moderna e pronta alle sfide con le quali è chiamata a confrontarsi una città turistica e con una chiara idea di sviluppo”.

 

Commenta su Facebook