Sentenza della Cassazione: "Dare del casalese è reato"

Bocciato il ricorso di un politico del foggiano che aveva usato l'espressione durante un consiglio comunale
 Dare del casalese a qualcuno è un’offesa. Lo ha sostenuto la Corte di Cassazione, sezione V penale, in una sentenza depositata lo scorso 9 giugno e riportata dal quotidiano Il Mattino. I giudici della Cassazione hanno rigettato il ricorso proposto da un consigliere comunale di Chieuti, in provincia di Foggia, che era stato condannato per aver usato la parola 'casalese' durante un consiglio comunale della sua città. 

 Il politico aveva detto, come scritto da Il Mattino: "Non vi nego che oggi in quella sal consiliare, sembrava di essere a Casal di Principe o in una di quelle cittadine descritte nel libro Gomorra di Roberto Saviano che vivono da sempre sotto il controllo della camorra, ma non vi nego che mi sono sentito anche io come Roberto Saviano e loro parole... non hanno fatto altro che accrescere in me la voglia di assicurarli alla giustizia".

Commenta su Facebook