Arco di Adriano, al via i lavori di messa in sicurezza

Preservare l’integrità strutturale ed evitare un ulteriore deterioramento del monumento: le finalità degli interventi

Santa Maria Capua Vetere - Preservare l’integrità strutturale ed evitare un ulteriore deterioramento dell’Arco di Adriano. Sono le finalità degli interventi di messa in sicurezza dell’Arco, che separa idealmente la città di Santa Maria da Capua, propedeutici a successive opere di restauro e alla valorizzazione di uno dei monumenti più antichi e rappresentativi della città. 

L’intervento effettuato ieri riguarda il paravento murario e la rimozione dei mattoncini in laterizio che risalgono ad un restauro successivo alla costruzione dell’arco e che non appartengono quindi all’opera originale sottostante, che è invece rimasta intatta. 

Sono stati rimossi i mattoncini precari del fornice centrale che non sono più tenuti insieme dalla malta e che potrebbero di conseguenza staccarsi e cadere al suolo provocando danni a persone o auto che transitano in quella strada. Gli operai della ditta Domus srl al lavoro dalle otto e per l’intera giornata hanno utilizzando il cestello elevatore e sono intervenuti con mattoncini di tufo e la malta. La copertura della parte superiore del pilastro dell’arco meridionale è stata invece coperta con una rete di protezione.

Le condizioni dell’Arco sono periodicamente monitorate per evitare che sollecitazioni esterne come le condizioni atmosferiche (il vento e la pioggia in particolare) ma anche il continuo e quotidiano transito di mezzi possa indebolirlo. La messa in sicurezza dell’opera è stata sollecitata in più occasioni anche da cittadini e associazioni, preoccupati da un lato che il transito giornaliero senza alcuna protezione potesse danneggiare l’arco ma anche che alcune parti potessero staccarsi. 

Una preoccupazione condivisa e motivata, considerando quanto accaduto lo scorso 7 novembre, quando dall’arco di Adriano si staccarono e caddero al suolo diversi mattoncini in laterizio. Non vi furono danni a persone o cose in quell’occasione, ma l’evento accese i riflettori su una tematica da anni trascurata e lo stesso pomeriggio si tenne un tavolo tecnico per pianificare un’opera di recupero, manutenzione e valorizzarne dell’arco. 

Gli interventi di ieri rappresentano infatti il primo step di un lavoro ad opera del Comune e con la supervisione e le indicazioni della Sovrintendenza per rendere l’area sicura per i cittadini. 

Si tratta di un’operazione propedeutica ad interventi a lungo termine per la valorizzazione storica ed artistica del monumento tramite finanziamenti sia privati che pubblici. L’Arco di Adriano è stato inserito tra gli interventi di Art Bonus, la misura del Governo adottata dall'amministrazione comunale per garantire la manutenzione, la protezione e il restauro di beni culturali pubblici tramite il mecenatismo culturale ma fa anche parte dei progetti ammessi dalla Regione Campania nell'ambito del Fondo di Rotazione.

Commenta su Facebook