Caserta. Impianto rifiuti a Ponteselice, il Pd riunisce amministratori e politici

Lo spirito dell'iniziativa è di costruire un'intelligenza collettiva, di iniziare a connettere i vari attori territoriali che hanno competenze e ruoli utili a gestire fenomeni complessi, quale appunto il ciclo dei rifiuti
Un confronto utile a costruire quella comprensione volta ad evitare preconcetti su un tema delicato come quello della gestione di rifiuti. Un faccia a faccia con esperti del settore, amministratori e politici perché se alle amministrazioni spetta decidere, alla politica spetta di favorire ed articolare lo svolgimento di una discussione informata, seria e non pregiudiziale.Si svolgerà giovedì prossimo 25 maggio, ore 18 presso l'hotel Europa in via Roma a Caserta, l’incontro voluto dal Partito Democratico di Caserta per parlare, senza remore e con assunzione di responsabilità da parte della forza di maggioranza cittadina, della realizzazione dell'impianto per il trattamento dell'umido a Ponteselice. Parteciperanno l'On Chiara Braga, già responsabile ambiente del PD e componente della Commissione Ambiente alla Camera, i senatori Franco Mirabelli e Rosaria Capacchione, il sindaco Carlo Marino e l'assessore al ramo Franco De Michele e il presidente del Consiglio comunale Michele De Florio, del gruppo consiliare PD. Insieme a loro sarà presente il professor  Paolo Pedone, Direttore del Distabif della Università della Campania Luigi Vanvitelli. Lo spirito dell'iniziativa è di costruire un'intelligenza collettiva, di iniziare a connettere i vari attori territoriali che hanno competenze e ruoli utili a gestire fenomeni complessi, quale appunto il ciclo dei rifiuti. L'emotività pubblica è stata spesso sollecitata da comportamenti non rispondenti alle attese e agli interessi comuni, dai tanti disastri perpetrati in questi anni a danno dell'ambiente, ma questo non basta per giustificare sempre e solo opposizioni preventive. Perché l’obiettivo è quello di uscire da una logica emergenziale nella gestione ordinaria del ciclo dei rifiuti che spreca risorse dei cittadini. Un obiettivo che non si può perseguire né con slogan né attraverso prerogative di pochi.   «Siamo disponibili ad ogni altra iniziativa necessaria a diffondere notizie puntuali ed informazioni precise, durante tutto l'arco di tempo lungo il quale le amministrazioni cittadina e regionale produrranno il progetto e poi realizzeranno il sito, puntando a coinvolgere e ad essere coinvolti da chiunque voglia discutere, liberamente ma dati alla mano», spiega Enrico Tresca, segretario cittadino del Pd che modererà l’incontro.

Commenta su Facebook