Concessioni balneari, Santo: "Stop alle polemiche sterili"

Il presidente Confcommercio Imprese per l'Italia della provincia di Caserta chiarisce: "L'applicazione dei canoni tabellari rappresentano una grande conquista per questa categoria"

"La riduzione del canone del 50% in maniera retroattiva, l'applicazione dei canoni tabellari rappresentano una grande conquista per questa categoria". Così Vincenzo Santo, presidente Confcommercio Imprese per l'Italia Provincia di Caserta, nel commentare gli esiti positivi di un incontro sulla riduzione dei canoni demaniali ai concessionari balneari. "Allo stesso tempo - ha continuato Santo- dispiace che una parte della categoria, rappresentata da ex dirigenti ed ex assessori, voglia attaccare un gruppo di lavoro il cui impegno è tangibile e chiaro e porterà ad un rilancio del nostro litorale e di tutte le sue attività. Gli attacchi hanno una matrice personale e vogliono raggiungere scopi che non riguardano il bene della collettività". Il presidente ha poi sottolineato come sia paradossale che nonostante gli ottimi risultati conseguiti dall'amministrazione di Castel Volturno ci sia chi ancora denigra il lavoro svolto dal primo cittadino Dimitri Russo. "Mi auguro che l'amministrazione continui a lavorare con questa tenacia e questo impegno - ha concluso - insieme alle associazioni di categoria, per il bene del territorio. Il connubio tra pubblico e privato è fondamentale, il sostegno degli imprenditori balneari è dunque necessario". 

A fargli eco Marcello Giocondo, Sindacato Italiano Balneari Campania, soddisfatto per quanto ottenuto dall'amministrazione di Castel Volturno e per la sinergia ritrovata tra imprenditori e la politica. "Allo stesso tempo il Sib - ha spiegato Giocondo - prende le distanze da chi vuole polemizzare in maniera sterile. Dobbiamo invece festeggiare per questa vittoria che rappresenta solo il primo passo per il rilancio di questo comparto".

Commenta su Facebook