Erasmus Plus, una delegazione francese in visita al Villaggio dei Ragazzi

Sei i componenti d'oltralpe che hanno partecipato alla visita dove hanno incontrato i dirigenti dell'istituto di Maddaloni

Maddaloni - Una delegazione di dirigenti e docenti francesi, guidata dal Console Generale di Francia, Jean-Paul Seytre, accompagnato dalla dott.ssa Chiara Marciani, Assessore alla Formazione ed alla Pari Opportunità della Regione Campania e dal dott. Christophe Chillio, addetto dell’Ambasciata di Francia in Italia alla cooperazione per il francese, si è recata in visita alla Fondazione Villaggio dei Ragazzi di Maddaloni (CE). L’iniziativa è rientrata nell’ambito del programma Erasmus Plus, progetto di mobilità, inclusivo di misure per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport, dedicato ai giovani universitari europei per consentire loro di trascorrere un periodo di studio in un altro Paese della UE. Accolti dal Generale Giuseppe Alineri, Commissario Straordinario dell’Ente calatino, il gruppo d’oltralpe, composto da 6 persone (Virginie Garcia, DGSA del Lycée Pierre Gilles de Gennes à Dignes les bains, Christelle Garcia, Consigliere pedagogica specializzata nell’accoglienza degli alunni disabili, Nathalie Grieux, Consigliere pedagogica specializzata nell’apprendimento delle lingue straniere, Carol Bonnet, Docente presso il Collège Alphonse TAVAN a Montfavet, Marie Delouze, Direttore delle azioni culturali presso il Provveditorato di Aix-Marsiglia, David Lazzerini, Segretario Generale del Provveditorato di Aix-Marsiglia) ha ascoltato con interesse la descrizione della Fondazione fatta dal Commissario Alineri nelle sue più intrinseche peculiarità ed in particolare, tra l’altro, il funzionamento del  Polo scolastico, del Polo Universitario, del Polo di Alta Formazione, del Polo socio-assistenziale e le misure che vengono costantemente adottate per prevenire il fenomeno dell’abbandono e della dispersione scolastica. Nell’ambito del Polo scolastico e del Polo di Alta Formazione della Fondazione, i dirigenti Giovanna D’Onofrio e Claudio Petrone hanno illustrato alla delegazione, che ha assistito anche a brevi momenti di lezione, i percorsi di formazione offerti dal “Villaggio” e gli sbocchi occupazionali che le scuole dell’Istituzione (Istituto Tecnico, Istituto Tecnico Trasporti e Logistica, Liceo Linguistico, Istituto Alberghiero, Liceo Musicale) sono capaci di fornire ai propri studenti una volta ottenuto il diploma. "È stato un onore per me ricevere alla Fondazione il console Seytre, l’assessore Marciani e la delegazione transalpina - ha affermato il Commissario Alineri - .La  presenza del più alto rappresentante, nel Sud Italia, di un Paese -  con cui intercorrono legami di forte amicizia -  come la Francia costituisce una straordinaria testimonianza della validità socio-assistenziale ed istruttivo-formativa del “Villaggio”, che opera in un territorio, quale quello campano, dove molti minori sono soggetti  a forte rischio di devianza sociale e di abbandono scolastico.

Commenta su Facebook