SMCV. Politiche giovanili, attivate tre linee di interventi presso lo sportello InformaGiovani

Eurodesk, Microcredito per la starup e Benessere Giovani, l'assessore Baia: "Grande attenzione verso il mondo giovanile"

Santa Maria Capua Vetere - Tre diverse linee di intervento, strettamente connesse le une alle altre, sono state avviate dal settore Politiche giovanili del Comune di Santa Maria Capua Vetere dove, dallo scorso mese di gennaio, sono impiegati anche 42 ragazzi tramite il Servizio civile e il programma Garanzia Giovani. 

E’ stato attivato, in maniera concreta, lo sportello informativo per il microcredito e l’autoimpiego individuato per le attività che rientrano nel cosiddetto “SelfiEmlpoyment”. Si tratta di uno strumento che permette di finanziare, con prestiti a tasso zero, l’avvio di piccole iniziative imprenditoriali, promosse da giovani, attraverso un fondo gestito nell’ambito del programma “Garanzia Giovani” sotto la supervisione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, destinato quindi alla creazione di autoimpiego e micro/piccola impresa da parte dei giovani di età compresa tra i 18 e i 29 anni che non studiano e non lavorano (i cosiddetti “NEET”).

E’ stato inoltre presentato in Regione Campania il progetto in partenariato tra Comune e Dipartimento di Giustizia minorile, in continuità con il protocollo di intesa stipulato lo scorso mese di novembre tra il Comune e il Cento polifunzionale dell’ex Angiulli, per accedere ai fondi previsti dal programma “Benessere Giovani”. L’Ente di palazzo Lucarelli, attraverso una selezione pubblica, ha individuato quali partner del progetto la cooperativa “Mutamenti” che gestisce anche “Spazio X”, Teatro Civico 14 e “Qualcosart Srl” oltre all’associazione giovanile “Club 33 Giri”. Nel caso del Comune di Santa Maria Capua Vetere la “direzione” indicata è quella di imprese cosiddette creative che abbiano una connessione con la vocazione turistica del territorio.

Nelle intenzioni del settore Politiche giovanili rientra appunto la creazione di una filiera che va dalla realizzazioni delle start-up, attraverso lo strumento del microcredito, nelle quali avviare anche i percorsi formativi in campo artistico (per tutte le figure professionali richieste dal settore) attraverso il progetto “Benessere Giovani”.

A questi strumenti si aggiunge l’adesione alla rete “Eurodesk”, progetto dedicato all’informazione, alla promozione e all’orientamento sui programmi in favore dei giovani promossi dall’Unione europea e dal Consiglio d’Europa. Lo scopo del progetto è quello di promuovere la cooperazione tra enti e servizi per favorire l’accesso dei giovani alle opportunità europee che vengono costantemente pubblicate sul sito istituzionale del Comune.

“Attraverso l’attivazione di uno sportello dedicato – ha dichiarato l’assessore Rosida Baia – l’amministrazione comunale dimostra grande attenzione verso il mondo dei giovani. Oggi in Comune, al piano terra di palazzo Lucarelli, è presente un ufficio specifico, rinnovato nel personale grazie alla presenza dei ragazzi del servizio civile e di garanzia giovani, che diventa il punto di riferimento relativamente a tutto ciò che riguarda le politiche giovanili in generale e i canali attraverso i quali veicolare le opportunità di lavoro e formazione dedicate ai ragazzi”.

 

Commenta su Facebook