Il patrimonio librario e documentario della Società di Storia Patria di Terra di Lavoro è stato dichiarato dal Ministero di “particolare interesse culturale”

La firma è arrivata all'interno dell'aula Magna dell’Ente dal Soprintendente Archivistico e Bibliografico della Campania Paolo Franzese
E’ stato accolto con particolare compiacimento dalla Direzione della Reggia di Caserta il provvedimento che accerta l’interesse culturale  della biblioteca  e dell’archivio della Società di Storia Patria di Terra di lavoro, presentato nell’aula Magna  dell’Ente dal Soprintendente Archivistico e Bibliografico della Campania Paolo Franzese. Portavoce di Mauro Felicori è stato Maurizio Crispino dell’Area Informatica e Documentaria, il quale ha, tra l’altro, evidenziata l’importanza dell’attività svolta dal benemerito Sodalizio casertano finalizzata alla riappropriazione del territorio attraverso il volano della cultura, che diventa – egli ha detto – traino dell’economia. Dopo il saluto del rappresentante della Direzione della Reggia ha preso la parola il presidente Alberto Zaza d’Aulisio, il quale ha, tra l’altro, evidenziato  come l'importante riconoscimento regolato dal codice dei Beni Culturali  costituisca una tappa significativa per la Società storica che si snoda lungo un percorso di 65 anni di vita nella ricorrenza della ventennale presenza nel complesso dei Passionisti, annunciando, poi l’avvio di iniziative in onore di Alfonso Ruggiero, nel centenario della morte, la cui poliedrica attività di educatore, pomo di cultura e politico  illustra la storia della nativa Caserta. Alla brillante relazione sul profilo della Società di Storia Patria di Terra di Lavoro, enunciata dal Bibliotecario Giuseppe De Nitto, ha fatto seguito l’intervento del soprintendente Franzese, il quale ha, tra l’altro, auspicato l’avvio di un organico coordinamento delle iniziative culturali sul territorio per evitare sovrapposizioni di attività e dispersioni di risorse. Dopo la sottoscrizione del documento relativo all’avvio del procedimento dichiarativo di interesse culturale, il Presidente Alberto Zaza d’Aulisio ha consegnato le nomine di socio Onorario all’Odontoiatra Francesco Farina e al Soprintendente Paolo Franzese in considerazione delle loro benemerenze culturali che gratificano la città. Presenti con la responsabile del procedimento Maria Rosaria Strazzullo, i rappresentanti della Brigata Garibaldi Col. Frattolillo, dell’Acccademia di Pozzuoli Col. Carillo, del Reggimento Genio Guastatori Cap. Conte, la preside del Liceo Giannone Campanile, la dirigente ASL Ruffo e i volontari della CRI. 
tags: Caserta

Commenta su Facebook